L’architettura sostenibile conquista la Cina

La riqualificazione di un ponte pedonale fonde insieme design e praticità

Un’opera che possiede una doppia natura: da un lato è uno spazio autonomo, monumentale, leggero e luminoso; dall’altro un luogo funzionale alla vita della città, che consente di ridurre le distanze e migliorare l’attraversamento della strada.

Il nuovo ponte pedonale nel distretto di Shuiwei a Shenzhen, metropoli al confine con Hong Kong, nella provincia del Guangdong, oggi sede di numerose aziende tecnologiche, ha le coperture in zinco-titanio zintek® della linea The Colored Ones “Marrone terra naturale”.

Non è un semplice ponte pedonale, si tratta di una struttura avveniristica, con un corpo centrale di attraversamento e due strutture complementari ai lati, a formare una specie di grande H. L’intervento di Zintek ha contribuito a fondere armoniosamente spiritualità e fisicità, le due anime insite in questo progetto firmato dell’architetto cinese di fama mondiale Fan Tie, mettendo in primo piano il design.

Con questa realizzazione, Zintek consolida ancor di più la sua presenza in Estremo Oriente, dove è già presente con uno showroom aperto a Shanghai nel 2018.

Una struttura a ombrello per ammirare il panorama

Il rivestimento in zinco-titanio, sostenuto da una struttura a ombrello con una sola colonna in acciaio, consente ai pedoni di attraversare il ponte in sicurezza e allo stesso tempo di godere una vista panoramica su entrambi i lati senza alcun ingombro. Di notte, invece, il ponte è illuminato da fasci luminosi che, intersecandosi con le colonne, creano suggestivi giochi di luce e ombra.

La costruzione del ponte pedonale di Shuiwei è, in realtà, un progetto di rinnovo e implementazione rispetto alla struttura preesistente, quindi si sono dovuti affrontare alcuni problemi di adattamento a condutture o colonne già esistenti.

Il rivestimento in zinco-titanio zintek® è stato progettato per enfatizzare e valorizzare la leggerezza della struttura di copertura. Il bordo degli “ombrelli” di copertura in zintek è stato rastremato e ripiegato a controsoffitto realizzando così delle sottili cornici che delimitano il controsoffitto in legno.

Per la realizzazione delle cornici di bordo sono state utilizzate delle lastre di zintek con sottogiunti a scomparsa mentre per il manto di copertura sono state utilizzate delle lastre in zintek profilate giuntate con la tecnica della doppia aggraffatura. Il fissaggio delle lastre in doppia aggraffatura è realizzato per mezzo di graffette metalliche nascoste avvitate alla sottostruttura. Le lastre profilate vengono agganciate tra loro e alle graffette di fissaggio mediante piegatura (doppia aggraffatura). Il sistema è progettato e realizzato per consentire la dilatazione termica longitudinale e trasversale del materiale.

Una costruzione eco-friendly

Zintek ha lavorato rispettando le caratteristiche della struttura originale, adeguandosi al contesto e alle esigenze del suo committente.

Ha contribuito a realizzare un sistema di drenaggio con cui sfruttare in modo intelligente l’acqua piovana e ha proposto il materiale in una colorazione vincente, che ben si fonde con il paesaggio circostante.

La tonalità “Marrone terra naturale”, infatti, è un omaggio al colore della terra, al suolo che sostiene foreste e città; è eco-friendly, perché richiama alla responsabilità di tutti per il benessere del pianeta.

Cura e impatto estetico firmati dall’architetto Fan Tie

Il design della struttura è opera di Fan Tie, architetto cinese di fama mondiale, nonché direttore di ATDesignoffice ltd. Il progetto dell’architetto Fan è attento a soddisfare gli standard di sicurezza e praticità, ma anche le esigenze di estetica della struttura e del suo impatto nel paesaggio urbano, come si evince dalla cura dedicata a molti dettagli della progettazione.

Secondo Fan Tie, infatti, il design non può fare a meno di confrontarsi con le persone: dovrebbe andare incontro ai loro veri bisogni e migliorare la loro vivibilità, a maggior ragione in un contesto municipale. «Il design – ha dichiarato Fan – parte dalle persone e dovrebbe completarsi con loro».

Il ponte pedonale di Shenzen è solo l’ultimo di una lunga serie di progetti realizzati dall’archistar cinese in vent’anni di carriera internazionale, progetti oggi considerati un modello di riferimento nell’ambito della pianificazione urbana. Tra suoi lavori, figurano anche la progettazione urbanistica di Harbour City a Colombo in Sri Lanka; la progettazione paesaggistica della East Lake Greenway a Wuhan; il rinnovo del distretto di Yang Yuan, sempre a Wuhan; la progettazione degli uffici del Kaihua International Center a Zhujiang New Town, in Guangzhou; e la pianificazione e progettazione architettonica di Sany Zongzhi New Town in Changsha.

Fan Tie, dal 2002 membro del Royal Institute of British Architects, ha studiato alla South China University of Technology e si è laureato in Scozia presso la Gordon University.

Risparmio energetico, sobrietà e innovazione: il tratto distintivo di Zintek

Eleganza, funzionalità, bellezza, innovazione. Da sempre l’attività di Zintek si inscrive nel solco dell’architettura sostenibile, un’architettura in grado di ridurre al minimo gli impatti ambientali dell’edilizia, ripensandola come uno strumento per integrarsi alla terra e all’uomo.

Risparmio energetico ed eticità sono le parole chiave del modus operandi dell’azienda veneziana, che predilige l’utilizzo di materiali eco-compatibili, duraturi, riciclabili e rispettosi dell’ambiente e, al contempo, crea spazi rispettosi dell’uomo, premiando la qualità della vita di chi li abita.

Alla base degli interventi realizzati da Zintek c’è un forte senso di responsabilità nei confronti della società, ma anche una fiducia incrollabile nella possibilità reale di migliorare il mondo attraverso il recupero, il mantenimento e il miglioramento dell’ambiente.

Così, la sua idea di architettura si traduce – come nel caso del ponte pedonale di Shuiwei – in opere mai invadenti o invasive, in grado di arricchire il territorio che le ospita, innescando un circolo virtuoso di bellezza, armonia e autenticità a vantaggio delle persone che ci vivono. Proprio come le botteghe d’epoca rinascimentale, ogni cantiere diventa un luogo aperto all’innovazione e alla sperimentazione a cui Zintek si presta con estrema naturalezza grazie alle eccezionali qualità della sua lega in zinco-titanio, vale a dire malleabilità, durabilità e capacità di mantenersi inalterata nel tempo, quest’ultima una delle sue caratteristiche più apprezzate.

Condividi sui social:
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email